La credibilità delle Banche Centrali in gioco

Inflazione, recessione, instabilità dei tassi di cambio, le banche centrali sono ovunque sotto pressione per riconquistare il loro ruolo di polo di stabilità globale. La loro credibilità è ora in…

Continua a leggereLa credibilità delle Banche Centrali in gioco

In giugno, paura di recessione al rialzo, paura d’inflazione al ribasso.

Le anticipazioni di inflazione USA a lungo termine (5 anni) sono in calo forte sul mese (-8%, da 3.2% a 2.5%), così come sulle scadenze più corte (da 4.4% a…

Continua a leggereIn giugno, paura di recessione al rialzo, paura d’inflazione al ribasso.

Rispetto a un mese fa: inflazione attesa stabile, curva US che si pentifica, il mercato ha un po’ più fiducia!

Le anticipazioni di inflazione USA a lungo termine (5 anni) restano stabili sul mese a 3.2%, così come sulle scadenze più corte (4.4% a 2 anni). Lo spread dei tassi…

Continua a leggereRispetto a un mese fa: inflazione attesa stabile, curva US che si pentifica, il mercato ha un po’ più fiducia!

Storiche decisioni della Germania nel mezzo della tragedia Ucraina

L'invasione Russa dell'Ucraina ha determinato in una settimana un'inversione completa della strategia della Germania degli ultimi 70 anni: militare, energetica, fiscale.È questo un avvenimento storico, sancito dai drammatici interventi del…

Continua a leggereStoriche decisioni della Germania nel mezzo della tragedia Ucraina

Russia e Cina

La Germania ha sospeso ieri la certificazione del Pipeline Northstream: la tragica vicenda Ucraina sarà generatrice di inflazione in Europa, con un'inflazione che supera già il 5%. La nuova pagina…

Continua a leggereRussia e Cina

Braccio di ferro tra la FED e il mercato; che non crede al “soft-landing”, e comincia a prezzare una recessione.

Scrivevamo il 15 gennaio che "la risalita dei tassi si è fatta in gennaio senza appiattimento della curva: lo spread 2-10 anni US si è mantenuto a 80bp". Ma è…

Continua a leggereBraccio di ferro tra la FED e il mercato; che non crede al “soft-landing”, e comincia a prezzare una recessione.